Skip to content

Yuba

27 giugno 2011

Sulla superficie del latte di soia scaldato si forma una pellicola proprio come avviene sulla superficia del latte vaccino. Sottratta dal liquido e seccata, la pellicola diviene un prodotto conosciuto con il nome di Yuba. Viene utilizzata solo in alcuni titpi di cucina, come ad esempio nelle diete vegetariane seguite dai monaci buddhisti, ed è per questo prodotta in quantità limitata. Composta da olii nutritivi, proteine e zuccheri, la yuba merita di essere presa in considerazione quale prodotto solido del latte di soia. Il latte di soia utilizzato deve avere circa il 10% di prodotti solidi, ovvero avere una concentrazione simile a quella del latte di soia che viene impiegato nella produzione del tofu. In un tegame sottile e piano, spesso di rame, il latte viene scaldato, ma non abbastanza da giungere al punto di ebollizione. Quando si forma la pellicola sulla superficie, viene estratatta con due bastoncini di bambù ed essiccata completamente. E’ buona norma evitare che più pellicole si tocchino durante questo processo, pena lo sfaldamento delle stesse. Ad ogni riscaldamento e successivo raffreddamento otterremo un pellicola di yuba.  Ovviamente più pellicole andremo a formare, meno sostanze proteiche e grassi otterremo per ogni pellicola. Un procedimento prevede che , per evitare questo impoverimento, di aggiunga sempre latte fresco. Una volta essiccati, i fogli dovranno essere cotti a vapore sotto pressione, per fare aderire tra loro gli strati. Tagliato sottilmente viene utilizzato come alimento similare alla carne, tipo finto bacon, se si volesse anche affumicare.

Annunci

From → Yuba

12 commenti
  1. paula permalink

    B:G Lux
    sono molto interessata alla yuba…per caso si trova già pronta da qualche parte??? sarebbe molto più semplice…io abito vicino a Novara.

    • Buon giorno Paula
      Yuba l’ho sempre preparata. Non so se si trova confezionata, mi spiace. 🙂

      • paulaerunza@libero.it permalink

        Ciao Lux. piacere di conoscerti(via email) so di certo che a Madrid si trova presso i supermercati cinesi ( eco la foto della ricercata speciale), dovrei tentare a Milano .(forse tu te hai già provato ). Se per caso la trovo ti faccio sapere Buona serata Paula

          • paulaerunza@libero.it permalink

            Ciao Lux… si sono propio quelli che hai postato…ora so che il nome non è yuba…ma fogli di tofu….devo fare una ricerca per vedere dove posso trovare questo articolo.. ti ringrazio per il tuo aiuto Buona notte Paula

          • a disposizione 🙂

          • paula permalink

            Ciao LUX,

            grazie al tuo aiuto, ho trovato un posto che li vendono, a Milano, costano 3.20 l’uno, per fortuna posso ordinarli online.

            Grazie ancora.

            Paula

            ti lascio i dati forse sono utili

            Kathay – Import cibo etnico a Milano – Giappone, Cina … Via Antonio Rosmini, 11 20154 Milano
            02 3310 5368

          • ciao Paula
            felice d’esserti stato d’aiuto. Ti consiglio di evitare di assumere il prodotto la sera, anche se tu fossi di Gs A+, perchè potebbe portarti gonfiore addominale , soprattutto se abbinato con cereali o solanacee. Magari no, però non conosco la lavorazione e le percentuali di proteine contenute e preferisco metterti a conoscenza di eventuali problemini digestivi.
            🙂
            lux

          • paula permalink

            CiAO lUX,

            Io sono del gs ab+ ed sono intollerante al glutine ed ai latticini…pero come seguo una dieta vegana….il latte e latticini non formano parte della mia dieta.
            grazie per i consigli.. qualche volta ho seguito in telecolor il DoTT. Mozzi, pero non sono molto informata in materia.

            BUONA SERATA!!!

            PAULA

  2. Felicia permalink

    Sono decisamente interessata alla Yuba, hai già provato a produrla?, mi piacerebbe provarci……
    Seguo la dieta dei gruppi sanguigni ormai da tantissimi anni, ho scoperto che moltissimi alimenti dannosi per il mio gruppo sono anche alimenti a cui sono allergica. Il nostro corpo di protegge da solo, bisogna solo imparare ad ascoltarlo. Bellissimo blog, complimenti 🙂

    • Yuba Yuba….lunga preparazione, molto lunga. Ti consiglio 4 padelle con buon latte di soja fatto da te, bello proteico. Sul fondo una rete, tipo salvaspruzzi. Al raffredarsi vedrai la “pellicina” rassodarsi, è il momento per prelevarla sollevando la rete. Poni in essicatore o forno per una lenta e costante asciugatura. Auguri e non disarmarti troppo presto…attenzione però se sei gruppo B, ovviamente. Alla grande se sei A, troverai ottime proteine, con moderazione però, il nostro stomaco occidentale potrebbe arrabbiarsi e spararti una bella emicrania. Grazie per i complimenti, grazie per la responsabilità che ci metti. Contraccambio 🙂 Lux

      • Felicia permalink

        Grazie….. ora non mi resta che precurarmi una rete….. difficilmente mi arrendo!!! anzi le missioni “impossibili” mi attraggono 😛 Sono del gruppo A, con alcuni problemi e intolleranze, consumo soia con regolarità (senza esagerare) alternandola ad altre proteine vegetali. Grazie ancora 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: