Italici vizi supportati da abovinevoli italiche pratiche alimentari

Ma come sia possibile alimentarsi con 22 grammi di questo uccellino che, per inciso, si nutre nel limo salmastro, mi è incomprensibile!?.

Eppure accade per questa specie, come per tutte le altre protette, che a breve subiranno il “fascino” dei pallini di piombo della maggior parte dei signori cacciatori salvatori del territorio, della flora, della fauna e dell’economia funeraria delle fabbriche di armi.

Il mio augurio perchè la stagione venatoria si concluda presto lasciando sul terreno meno animali possibili e le padelle di polenta e osei vuote.

Annunci