Skip to content

SALVIA OFFICINALE Salvia officinalis L.

15 marzo 2012

Come volersi bene con pochi euro di investimento…

La natura ci mette a disposizione questa meravigliosa pianta e noi dovremmo imparare ad utilizzarla per correggere, nel nostro caso, le problematiche digestive e del sonno.  Facilissima da coltivare vi basterà un angolo del balcone o del davanzale per mantenerla in forma. Importante che, qualora la acquistaste nel classico vaso di plastica da serra, rinvasiate in coccio.

Pensate alla potenza di questa pianta! in inverno le foglie non cadono! Fortemente aromatica, sapore caldo e leggermente amaro. Raccogliete le foglie e ponetele ad essiccare, basterà tenerle ben chiuse nel contenitore per poterne utilizzare le virtù alla bisogna.

Le principali proprietà officinali sono:  toniche, stimolanti, stomachiche, emmenagoghe, antispasmodiche, febbrifughe e antisudorifere. Utilizzata esternamente ha proprietà antisettiche e cicatrizzanti.

Le problematiche della menopausa possono essere migliorate con infusi di questa pianta ( 4/5 foglie ) perciò non temete di prenderne una tazza fredda o di bere un cucchiaio di vino alla Salvia, prima di coricarvi quando avete seni gonfi  e dolorosi o vampate o traspirazione eccessiva notturna.

Gola infiammata, afte, gengiviti e tonsilliti possono essere calmierate con sciacqui e lavaggi accurati. Anche masticandone una foglia.

Ma principalmente a noi interessano le proprietà digestive e stabilizzanti del sonno.

Il macerato glicemico di Salvia, 30 gocce in poca acqua, seguito da una tazza di acqua molto calda, sistema tutti i problemi digestivi indotti da ingestione di alimenti scorretti o eccessivi. La conseguente espulsione di aria dalla bocca, permetterà il ripristino delle funzioni digestive evitando la partenza di emicranie o cefalee. Identico risultato è ottenibile con una tisana calda con 5 foglie secche della pianta. Il macerato è da tenersi sempre nella borsetta, in particolare per chi soffre di emicranie o cefalee ricorrenti, e una tazza di acqua calda è reperibile in ogni dove. Questo non significa però che:< tanto poi prendo Salvia….!!!> mi permetta scorribande quotidiane nei territori delle tossine.

E’ assolutamente da evitarsi durante l’allattamento! Rende il latte amaro.

Molteplici sono le preparazioni casalinghe.  Io preparo del vino di salvia con del vino liquoroso spagnolo, Vino de Honor, per migliorare la digestione quando già so che dovrò sgarrare…..un cucchiaino prima del pasto o lo consiglio per aiutare le persone che sudano durante il sonno. Poi utilizzo una infusione di foglie con sciroppo di mirtilli per aiutare l’intestino con alvo diarroico.

In cucina non esitate a provarne l’aroma in associazione con castagne, fave e leguminose in genere, riso e cereali permessi.  Ricordate solo di non eccedere, bastano pochi grammi per renderla speciale e pochi grammi in più per farla divenire acre e sgradevole.

🙂 LUX

Annunci

From → Aromi freschi

2 commenti
  1. Semplicemente grazie 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: