Skip to content

scrivere un oggetto sarebbe riduttivo

22 febbraio 2015

Lux,
una volta nelle lettere l’incipit era ” come stai? io sto bene e così spero sentire di te”, ma erano altri tempi ed altre storie, si scriveva con la penna e su carta più o meno pregiata secondo l’importanza del destinatario.
Però i sentimenti erano veri e si esprimevano con sincerità. Per questo anche il mio inizio di questa comunicazione ricalca l’uso antico.
Ho letto con piacere i tuoi ultimi articoli sul Gs B e quello che hai risposto all’interlocutore che ti ha scritto, non sarai medico, non sarai psicologo , sei un cuoco ma te la cavi alla grande quanto a comprensione dell’animo umano. Per questo sono certo tu abbia capito il mio silenzio.
Ma eccomi qua a raccontarti di me.
Navigo lungo una rotta che alterna calma piatta, tempeste e vento favorevole, verso una destinazione che ogni giorno metto a fuoco ora meglio ora peggio, ora invertita o precisata rispetto alla precedente. In effetti credo di avere commesso un errore di fondo il momento in cui sono passato dal percorso strettamente legato al corpo al più ampio collegato anche alla mente. Non è cambiando la destinazione rispetto all’esterno che si risolve. Non è cambiando la mia posizione rispetto al lavoro, non è modificando la mia relazione con gli altri, non è spostando l’attenzione rispetto al mio passato o al futuro che vorrei o avrei voluto per me, che risolvo la mia condizione. Non sono le scelte che ho fatto o non ho fatto, o che ho subito o che non ho saputo fare o che mi sono state imposte senza che io potessi contrastarle. In breve non sono i fatti che si sono susseguiti nella mia vita che possono darmi, rinnegandoli o tentando di mutarli, una vita migliore.
Sono io che devo mutare rispetto a me stesso, e su solo me stesso che devo lavorare. E’ me stesso la mia rotta finale , la mia destinazione, il mio io da raggiungere per mettere d’accordo l’interno e l’esterno, rendere i fatti esterni e quelli interni un unicum. Io devo guardare alla vita con un angolo di visuale prospettico diverso, il mio.
Cose del genere insomma, le parole non rendono bene ma il sentire si, e il mio è questo :”Riprendi le tue forze e non tormentarti seguendo linee e schemi che non possono appartenerti, non sono per te. Tu sei altro , un inspiegabile e profondo altro”. Di questo non posso che essere felice.
a presto

P.S. [immancabile] il fisico sembra reagire bene, ti dico sembra perchè le situazioni si accavallano. La glicemia per tre quattro giorni di mattina nella settimana che è passata si è attestata su valori tra i 120 e i 130 (anche quando non ho fatto sgarri). Ma ormai conosco il meccanismo per renderla bassa , un giorno rispettando le regole in modo ferreo 82 dopo la colazione e 96 senza metformina dopo una bella porzione di detox. Il ronzio c’è sempre in sottofondo e comunque avvertito maggiormente nei passaggi dal chiuso agli spazi aperti, ambienti caldi e ambienti freddi, oppure in caso di concentrazione forte (come adesso). Ho misurato la pressione come tu mi avevi chiesto mattina a digiuno la media delle tre misurazioni 105-60 82 battiti, la mattina successiva 105-59- 81 battiti.Il giorno successivo dopo pranzo 129-76 – 84 battiti. Il giorno seguente prima di cena [ore 20:15] 118-68 84 battiti, dopo cena [ore 22:30] 116 -66- 83 battiti. Lo so che stai dicendo brutto cazzone e le schede? Ritorneranno anche quelle. I piccolini sono andati giù ogni giorno, sono a metà della boccetta. L’energia è attestata su valori ottimali, con qualche calo repentino di sera o al fine settimana. Qualche incazzatura, ma in linea di massima un atteggiamento distante dagli avvenimenti intorno. Qualche errore ancora di valutazione verso l’esterno e nelle relazioni [che bel concetto quello dell’elemosina].
Siamo in campo e stiamo giocando la nostra sporca partita. Vale comunque quanto sopra – Buona domenica e buon pranzo a te e a tutti i tuoi cari.

Annunci

From → Parliamone....

One Comment
  1. Non conosco la persona che ti ha scritto queste parole…ma di una cosa sono sicura: è una persona vera e sincera! In molte frasi rivedo la mia situazione, quanti alti e bassi 😦 Quanta fatica x cercare di star bene e trovare quell’equilibrio sia fisico che spicologico che ti permetta di vivere quella vita semplice e serena che vorresti vivivere… ma la vita è costante difficoltà e lotta a quanto sembra!
    Spero tu stia bene caro Lu, per continuare a sostenere come hai fatto finora le persone che hanno imparato a volerti bene!………………. ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: