Tag

, ,


Inconfondibile sapore, profumo intenso, dolce naturalmente, buona e salutare, la Liquirizia può essere annoverata fra le piante più utili per la salute dell”uomo. Il nome scientifico è Glycyrrhiza glabra, appartiene alla famiglia delle Fabacee (Leguminose Papilionaceae) è un piccolo arbusto che in natura può raggiungere i 150 cm d’altezza e fiorisce tra giugno e luglio. Originaria dell’area mediterranea, da tempi remoti se ne utilizzano radici e rizomi per le proprietà curative, come risulta dallo studio degli antichi papiri Egizi dove sono state rinvenute tracce del suo utilizzo per scopi terapeutici. Il principio attivo che rende questa pianta così importante è la Glicirrizina, da cui deriva l’acido Glicirretico, che viene da molte tempo studiato per le proprietà di riduzione del fastidio causato dal reflusso gastroesofageo o dall’ulcera. Altri principi attivi importanti che sono stati scoperti sono glicosidi, flavonoidi, asparagina, isoflavoni, calconi e cumarine. La radice masticata si è rivelata un’ottima soluzione anche per il trattamento di alcune affezioni della bocca e gola come afte, herpes e mal di gola, in quanto si sfruttano localmente le qualità antivirali e entimicotiche delle radice. Recenti ricerche scientifiche, a Francoforte in Germania, hanno dimostrato l’effettiva efficacia della Glicirrizina anche nell’inibire la replicazione del virus Sars, confermando la potenza di questa pianta. Grande alleata nella disintossicazione e purificazione del fisico, può essere abbinata ad Holy Basil per una tisana sinergica e dai molteplici effetti depuranti. Insieme al Tarassaco è uno dei migliori rimedi per avere una pelle sana e pulita secondo quanto descritto dal  il National Cancer Institute, dove i suoi principi attivi sono stati utilizzati come anti-infiammatorii e antiossidanti, soprattutto grazie al flavonoide Licochalcone, una molecola contenuta nell’ estratto di radice di liquirizia, che aiuta a tenere sotto controllo la produzione di grasso sebaceo aiutando a calmare e lenire la pelle a tendenza acneica. In base alla letteratura scientifica le persone ipertese o che soffono di problematiche renali e le donne in gravidanza dovrebbero astenersi dall’assunzione di questo fitoterapico. La nostra Liquirizia può essere miscelata, nella misura di un cucchiaino da caffè, con Tarassaco e tutte le tipologie di Tulsi Holy Basil, che si trovano sul sito, per potenziarne gli effetti e donare un gusto spettacolare alla vostra tisana.

MODALITA’ DI PREPARAZIONE :

Tisana

Un cucchiaino da caffè in 250 ml di acqua bollente. Lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare e assumere senza addolcire.

Decotto

Un cucchiaino da caffè in 250 ml di acqua fredda. Portare a ebollizione dolce per 5 minuti, spegnere e lasciare in infusione per altri 5 minuti. Filtrare e bere senza addolcire.

Tisane potenziate

Un cucchiaino da caffè nel decotto di Tarassaco per aumentare l’effetto disintossicante.

Un cucchiaino da caffè nella tisane di Tulsi Holy Basil per aumentarne l’effetto rilassante, drenante e disintossicante

Annunci