Tag

, , , , , , , , ,


Oggi ci addentreremo in un mondo particolare, un vero universo microscopico che si trova al nostro interno e che, spesso inconsapevolmente, maltrattiamo.

Immaginate la metropolitana di una grande città operosa! Gente che sale, gente che scende, una molteplicità di etnie impressionante! Ognuno porta con se il proprio obiettivo e cerca di raggiungerlo. Sembrano tutti indifferenti ma in realtà tutti sono legati da un sottile filo invisibile che è la sopravvivenza. Tutto è caoticamente armonioso, tutti hanno un compito, tutto funziona come deve. Difficile scorgere problematiche, ma esistono, e queste persone ne sono consapevoli e adottano misure di prevenzione: il biglietto, i tornelli, le guardie, la polizia in borghese, la solidarietà tra di essi.

Quando tutti questi meccanismi però vanno in tilt, ecco che scoppia il vero caos, e la situazione diventa incontrollabile, non più gestibile!

In questa situazione le persone cattive hanno sempre la meglio su coloro che tanto faticosamente cercano di salvaguardare se stessi e gli altri.

Ecco la distruzione, la morte, la sofferenza e il buio totale.

La metropolitana: Intestino

Le persone laboriose: Batteri, Enterociti e Cellule di ogni tipologia

I Cattivi: Lectine, sostanze chimiche, additivi, sostanze raffinate, proteine potenziate etc..

Per affrontare al meglio le problematiche connesse alla stagione invernale, ricordate la newsletter precedente? è imprescindile comprendere che è da qui, dall’intestino, che bisogna partire. Tutto il resto è solo conseguenza! Ne consegue che ogni organo deputato alla “disintossicazione” sarà sempre in affano e non riuscirà ad eliminare le tossine e che il sistema immunitario sarà fiaccato dalle battaglie continue contro questi “cattivacci” che portano caos e disaggregazione. Ne consegue che Candida Albicans potrà avere campo libero e migrare ovunque e avvinghiare con la propria ragnatela qualsiasi organo o ambito favorevole, ne consegue che i Colibatteri filtrino dalle pareti intestinali dilatate e si indirizzino verso le Reni provocando disastri, ne consegue che fatica e ritenzione ci accompagnino per tutta la giornata. La faccio troppo semplicistica, ma almeno ci comprendiamo subito.

 

Da qui parte solitamente la domanda “e quindi? Cosa possiamo fare?”

La mia risposta da NON medico, ma da cuochino, è sempre la stessa: assumi perlomeno i nutrienti che aiutano l’intestino nel mantenere e combattere ogni sorta di intrusione e che gli permetta di “espellere” quotidianamente i residui alimentari in quanto la mucosa intestinale necessita di un rinnovamento continuo delle sue cellule dato che gli enterociti vivono solo pochi giorni. Ha quindi esigenze nutrizionali molto importanti e la sua corretta funzionalità è l’elemento fondamentale per l’assorbimento di tutti i nutrienti presenti nel cibo. Un aiuto fondamentale ci è dato dall’Acido Butirrico che è necessario per la salute metabolica della mucosa del colon e più in generale dell’intero organismo. Normalmente viene sintetizzato all’interno dell’intestino stesso e per aumentarne la sintesi si può assumere la crusca d’Avena deamarizzata. Ma così non è a causa di anni di alimentazioni scorrette che hanno fiaccato la popolazione presente nel lume e che ora non sono più in grado di “generarlo”. E’ solo per questo motivo che sul sito trovate Butter Ghee. Nella mia esperienza di malattia (https://lacucinadilux.com/2015/04/16/morbo-di-crohn-il-mio-protocollo-personale/) è stato ed è di fondamentale importanza. Non per vile denaro quindi, ma per sincera opportunità di salute per tutti.

Cos’è sto Butter Ghee o burro chiarificato?

Butter Ghee non è il comune burro che tutti conosciamo e che molti evitano per le intolleranze al Lattosio o per motivazioni etiche e salutistiche. Si tratta di un nutriente antichissimo, di origini Indiane, risultante dalla purificazione di acqua e lattosio dal latte. Quello che rimane è Butirrato, un acido grasso a catena corta, non essenziale, a quattro atomi di carbonio. E’ la migliore fonte di energia per le cellule della mucosa intestinale e parecchi studi suggeriscono che è proprio l’effetto del butirrato che rende possibili gli effetti benefici della fibra dietetica contro le mutazioni delle cellule in cellule cancerose: infatti le cellule incubate in ambienti ad alta concentrazione di Butirrato tendono a non mutare frequentemente. Secondo la medicina Ayurvedica, è il miglior grasso per la cottura che esista. Infatti, stimola la digestione (Agni) meglio di qualsiasi altro olio o grasso, inclusi i vegetali più blasonati. Ha anche la particolare capacità di aumentare la resistenza immunitaria (detta Ojas in Ayurveda) proprio perché serve da nutriente alla flora batterica. Inoltre è una della armi migliori che utilizzo nei casi di parassitosi, ma contattatemi per questi protocolli ok?

È molto gustoso ed è privo degli effetti collaterali del burro normale. Inoltre Ghee non necessita di refrigerazione in quanto privo di umidità, quella che provoca la crescita delle cariche batteriche; l’unico accorgimento da tenere presente, nel caso non lo si volesse conservare in frigorifero, è quello di non immergere un cucchiaio bagnato nel recipiente, proprio per non “importare” gli eventuali batteri sempre presenti nei liquidi.

La scienza moderna ora verifica ciò che la scienza della salute Ayurvedica ha detto per migliaia di anni: Ghee ha una miriade di benefici per la salute e la cucina, ed è buono per la mente e lo spirito.

Considero Ghee un essenziale Supercibo che non dovrebbe mai mancare!

Vediamo le caratteristiche principali:

 

  1. Ha un elevato punto di fumo (250 ° C ).

Si può friggere con Ghee eliminando le problematiche connesse al rilascio dei radicali liberi causati da altri grassi, sia vegetali che animali, che hanno un punto fumo inferiore.

  1. Non è necessario, anzi sconsiglio di tenerlo in frigorifero.
  2. Deriva dal Latte è vero ma lattosio e acqua sono stati rimossi così molte persone che sono intolleranti al lattosio o alla caseina non hanno alcun problema con la sua assunzione.
  3. E’ ricco di vitamine solubili A ed E.
  4. E’ricco di K2 e CLA (acido linoleico coniugato) – un antiossidante con proprietà antiviralie, e la Vit D contenuta è immediatamente assimilabile (farò articolo su questo)
  5. E’ ricco di acidi grassi a catena corta. Acidi che vengono assorbiti direttamente (come i carboidrati) e bruciati come energia, infatti lo consiglio sempre agli atleti perchè possono usare Ghee come fonte di energia costante.
  6. Mangiare ghee è come mangiare probiotici e prebiotici e fibra combinati.
  7. La ricerca scientifica ha dimostrato che le persone con apparato digerente “problematico” non producono acido butirrico. L’integrazione con Ghee permette di regolarizzare e sfiammare.
  8. Sostiene la produzione di cellule T killer nell’intestino, e quindi rafforza il sistema immunitario.
  9. I ricercatori stanno usando integratori di butirrato orali e clisteri di butirrato per il trattamento di malattie infiammatorie croniche intestinali come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa.
  10. Ghee stimola la secrezione di acido gastrico (cloridrico), favorendo così il processo digestivo. Migliore digestione uguale a migliore salute e a perdita di peso.
  11. Altri studi hanno evidenziato che pur innalzando i livelli dei trigliceridi, non aumentano i processi di perossidazione lipidica che sono collegati ad un più alto rischio di malattie cardiovascolari.
  12. Le nostre ricerche lo raccomandano per eliminare i calcoli epatici e delle bubble gas tossiche dei parassiti

 

Questo nutriente io lo definisco come un “medicinale naturale”. Lo consiglio vivamente a tutti in quanto non ha effetti collaterali e sostituisce il normale burro in tutte le preparazioni. Abituarsi ad utilizzarlo è un primo mattoncino che si mette nella nostra consapevolezza alimentare e salutare.

Io lo preferisco crudo e lo inserisco in ogni preparazione possibile.

Il post è di proprietà di Lacucinadilux.com

E’ necessario il consenso per pubblicare questo contenuto altrove.

 

Annunci