Tag

, , , , , ,


Proseguiamo il percorso sulla gestione e prevenzione delle problematiche invernali inserendo un’ulteriore alleato nella nostra alimentazione: il Miglio Seeed.it cercato, vagliato, testato e confrontato con altri e risultato il migliore per caratteristiche di coltivazione, nutrizionali, culinarie e di prezzo.
E’ un vero peccato che questo splendido cereale sia stato relegato a “mangime per uccellini”. E’ davvero il caso di riscoprirlo, in particolare per le sue proprietà drenanti e depurative e, inoltre, è uno straordinario alleato per chi desidera avere capelli e unghie forti. Aggiungo che il suo elevato potere alcalinizzante permette di liberare l’organismo dalle tossine acide, in particolare dopo abbuffate e nutrizioni ripetute alla fast food….
Originario dell’Asia, veniva coltivato anche dagli antichi Egizi, e alcuni semi sono stati rinvenuti nelle sepolture e nei sarcofagi, sia dei regnanti che dei loro sudditi. Purtroppo l’economia occidentale di mercato e la mancata volontà sperimentale dei cuochi, ha fatto in modo che fosse velocemente soppiantato dai cugini Riso e Frumento sulle tavole delle mense, e relegato principalmente come mangime per animali.
Fortunatamente per noi, nei paesi asiatici e africani, svolge un ruolo importante nell’alimentazione umana e quindi non si sono definitivamente perse le colture primarie e le sementi hanno avuto minime modifiche genetiche di varietà.
PROPRIETA’:
E’ diuretico e rinforzante grazie alla presenza di vitamine del gruppo B che servono per estrarre l’energia dagli alimenti e a renderla disponibile per l’organismo. Grazie alla presenza di Colina, è utile per riattivare il metabolismo delle persone poco dinamiche, che hanno una vita sedentaria e bruciano pochi grassi. E proprio sulla porzione lipidica dell’alimentazione agiscono i suoi nutrienti, favorendone la corretta assimilazione. In virtù della presenza di Lecitina aiuta a controllare il colesterolo, e ha un’azione calmante che combatte la fame nervosa.
E’ fortemente alcalinizzante, ovvero ha un’azione riequilibrante sull’acidità del corpo: le tossine acide, accumulate se si mangiano determinati alimenti o se si è in sovrappeso o se si è trascurata la corretta depurazione dell’organismo, favoriscono l’instaurarsi di quegli stati  infiammatori che frenano il metabolismo e contribuiscono, con il passare del tempo, a creare ristagni e cellulite ( oltre a indebolire il sistema immunitario). Se la nostra dieta è generalmente ricca di proteine animali non controbilanciate dall’assunzione di molte verdure fresche, se è ricca di zuccheri raffinati, lattosio, di caffè anche dek, utilizzare Miglio consente di “tamponare” gli effetti che questi alimenti hanno sul pH del sangue. Tra i pregi, che condivide con pochi altri cereali che si possono utilizzare per combattere gonfiori o intolleranze, vi è l’assenza di Glutine, la proteina ( o miscela di proteine , fibre e amidi) che è alla base di moltissime problematiche nutrizionali.
Il Miglio contiene Acido Salicilico, una sostanza che ottimizza la funzionalità di Milza e Pancreas e ha un’azione stimolante e tonificante su pelle, unghie, capelli e sullo smalto dei denti. Mangiare Miglio aiuta a prevenire le smagliature e non va poi dimenticato che consente di fare una buona scorta di minerali come Fosforo, Ferro, Magnesio, Zinco e Selenio che ha un potente effetto antiossidante. Fornisce anche Potassio, che consente di contrastare l’eccesso di Sodio, causa di ritenzione idrica. Tra le sue virtù vanno poi ricordati i benefici che apporta al cuore e al sistema circolatorio più in generale in quanto contiene Niacina, una vitamina del gruppo B (B3) che lo rende disintossicante, capace di ridurre il colesterolo “cattivo” e utile a riattivare la circolazione periferica.

Valori nutrizionali per 100g di prodotto

   
Proteine 11 g
Valore energetico kcal 351
Valore energetico kj 1483
Carboidrati totali 64,4 g
Fibra alimentare 8,5 g
Grassi 3,6 g
Grassi saturi 0,7 g
Grassi monoinsaturi 0,8 g
zuccheri 0,0 g
Calcio (CA) 8 mg
Ferro (FE) 3 mg
Magnesio (MG) 114 mg
Fosforo (P) 285 mg
Potassio (K) 195 mg
Sale 0,0125 g
Zinco (ZN) 1,7 mg
Tutto il Miglio disponibile in commercio è “decorticato” ; si rende necessaria la decorticazione per eliminare la cuticola che racchiude il seme perché questa non è commestibile. Il Miglio così trattato non necessita quindi di ammollo ed è facilmente digeribile. Fortunatamente la parte scartata non contiene elementi nutritivi rilevanti e quindi, sebbene mondato, conserva tutte le caratteristiche del cereale integrale.

Il Miglio si deve lavare bene due o tre volte prima della cottura per ripulirlo dalle eventuali scorie rimaste dalla decorticazione. Poi si scola bene ed è pronto per la cottura che si può rendere fragrante e particolare tostandolo per qualche minuto in forno o in padella, come si usa fare nei paesi africani. Generalmente si utilizzano due parti di acqua per una parte di seme e si cuoce per circa 20 minuti fino a quando il liquido non viene completamente assorbito. Io lo lascio riposare ancora per qualche minuto per avere una sgranatura ottimale ed una gonfiatura perfetta. Con questa cottura avremo il cereale pronto per essere “condito” in svariati modi come insalate, cous cous, come contorno al posto del pane, come base per hamburgher vegetariani, crocchette, polpette.

Mantecato con Butter Ghee e aromi o spezie, o anche Pecorino fresco, permette di ottenere piatti simili a risotti ma con valori proteici elevati e basso indice glicemico. Ottimo con il pesce sia in zuppe che come accompagnamento.

Utilizzandolo in minestre, minestroni, zuppe o comunque in preparazioni liquide sarà sufficiente aggiungerlo negli ultimi 20 minuti di cottura ottenendo un nutriente disintossicante completo e senza le problematiche che potrebbero essere causate dai più utilizzati Riso ( valore glicemico) o Frumento (Glutine).

Sapete già che, come per tutti i veri cereali, ne sconsiglio l’assunzione in abbinamento alle leguminose per evitare fastidiosi gonfiori addominali.

Le Ricette di Seeed.it 

Semplicissimo COUS COUS DI MIGLIO

Ingredienti:
150 g di semi di Miglio cotto al dente in abbondante acqua leggermente salata

1 cipolla tagliata a julienne

1 cucchiaio di Butter Ghee

1 carota pelata e tagliata a dadolini piccoli

1 zucchina tagliata a dadolini

1 mazzo di erbette lavate e tagliate a pezzi

1 cucchiaio di semi di Sesamo

sale iodato: poco
PROCEDIMENTO:

In una padella capiente fai sciogliere il Burro Ghee, aggiungi gli ingredienti, ad eccezione del Miglio cotto, e lascia stufare a fiamma dolce con coperchio fino a cottura al dente. Togli il coperchio e completa la cottura senza coperchio alzando la fiamma, facendo saltare i nutrienti per eliminare i liquidi formatisi. Aggiungi il miglio scolato e fai saltare il tutto per un minuto, poi rimetti il coperchio e lascia insaporire su fiamma dolce per qualche minuto, rimestando di tanto in tanto.

Come integrazione proteica animale, è possibile aggiungere, a fine cottura, del Salmone fresco a filetti o dadolini.

E’ possibile sostituire il Butter Ghee con olio d’ Oliva, ma non si avranno i benefici degli acidi a catena corta in esso contenuti

Le verdure in ricetta possono essere sostituite a piacimento

 

Il post è di proprietà di Lacucinadilux.com. E’ necessario il consenso per pubblicare questo contenuto altrove.

Annunci