CHI SONO e IL PERCHE’

Decidere di aprire un Blog è stato certamente un passo importante per un vecchietto come me, geloso delle proprie preparazioni e sperimentazioni culinarie. E’ il retaggio di una “vecchia” scuola di grandi Chef come Campinoti, Crosio, Guaglianone etc.. che, gelosamente, custodivano i loro segreti e malvolentieri li esponevano a chi, allora giovane aiuto come il sottoscritto, li affiancava nelle lunghe e faticose, ma impagabili e memorabili, battaglie delle “brigate di cucina” durante il servizio nel ristorante o albergo.

Una continua ricerca di perfezione nella velocità della preparazione e di continuo feedback con i vari settori della cucina, per ottenere la contemporaneità di uscita delle “comande”, erano le fondamenta sulle quali, questi grandi cuochi, forgiavano i loro ragazzi, salvo poi stroncarli sul maledetto “Pass” . A loro era dato il compito di valutare il piatto, sia come preparazione che come presentazione, respingendolo oppure dando l’avallo alla consumazione del cliente al tavolo. Nel ripensarci mi rimbombano ancora nelle orecchie le imprecazioni per una piccola imperfezione nella presentazione o per un colore leggermente attenuato o esaltato nelle preparazioni, così come una profumazione non conforme alle indicazioni date dallo Chef.

Si forgiavano però rapporti interpersonali e personali che sarebbero rimasti eterni. Una reciproca fiducia che piano cresceva. Non importava se la vita ti avesse successivamente portato a Roma o Venezia o per il mondo; nelle brigate e nella stima dei tuoi Chef,  potevi sempre trovare una soluzione a qualsiasi problema. Si era entrati a far parte di un mondo di conoscenza e di sperimentazione continua che segnerà per sempre la vita di un cuoco. Poco a poco, quei severi padri acquisiti, che non lesinavano male parole o invettive genealogiche, si aprivano nei nostri confronti. Riconoscevano la caparbietà nell’abnegazione al miglioramento e la crescita della responsabilità e fiducia verso la “loro” brigata, plasmata a loro immagine e somiglianza. Erano loro stessi, allora, che ti sorprendevano, chiamandoti e reclamando informazioni sul tuo nuovo lavoro o pettegolezzi sul nuovo Chef, sempre che non lo fossi io.

Però la pudica gelosia, quasi egoistica,  delle proprie sperimentazioni rimaneva lì, imperterrita, nel tuo bagaglio di competenze. Solo uno sprovveduto potrebbe pensare che un cuoco curioso e sperimentatore, sognatore e competente, possa rivelare tutto, ma proprio tutto, nelle proprie pubblicazioni. Qualcosa è giusto e comprensibile che sia omesso. Ritengo che sia compito di chi elabora una ricetta di altri quello di scoprire o modificarne le tecniche o le grammature. Io ometto tutto, sempre. Le mie creazioni sono uniche e non riproducibili, ho scelto l’arte culinaria e non la robotica alimentare. Ti espongo un’idea, una materia prima su cui lavorare, il resto, se vorrai, te lo farai tu. Perciò non mi chiedere grammature o procedimenti, inventateli tu. Casomai mettiamo in comune le nostre sperimentazioni. Se cerchi certezze e facili piattini hai sbagliato sito. Qui troverai solo qualche idea tendente alla semplicità estrema, purificata di tutte le “paillettes” inutili che la cultura alimentare consumistica o di “moda” appiccica alle preparazioni culinarie.

Inoltre, qui si condividono lavorazioni che servono a “farti-stare-bene”. Sono un insieme di Kinesiologia, Vegetarianesimoo, Veganesimo, Macrobiotico, Gruppo Sanguigno e della tradizione contadina. Discipline di cultura alimentare che hanno in comune l’individuo nel suo complesso e non la pretesa di appagare gli stomaci famelici di tutti, indifferentemente. Non sono preparazioni tipo “aspirina”, che tutti possono acquistare e utilizzare senza porsi il problema dell’efficacia individuale e delle controindicazioni. Qui potremmo parlare di “omeopatia culinaria”, l’essenza di una preparazione passa dalla spogliazione della futilità e dalla ricerca degli alimenti consoni alle scelte anche morali dell’individuo. Qualcuno diceva che la migliore medicina per stare bene è alimentarsi correttamente. Per fare ciò ci si deve sforzare di guardare oltre e sperimentare e informarsi.

I miei link:

https://www.facebook.com/groups/296159967227589/?ref=bookmarks dove condividere le preparazioni

http://seeed.it/    dove trovare i nutrienti testati da tutti noi

Il post è di proprietà di Lacucinadilux.com

E’ necessario il consenso per pubblicare questo contenuto altrove.

 

46 risposte a “CHI SONO e IL PERCHE’”

  1. Per fare ciò ci si deve sforzare di guardare oltre e sperimentare e informarsi.
    Ritornare alle antiche, sane, ricette e informarsi, questo si, sugli alimenti!
    Sheravoltepedantebuongustaia😊

  2. un blog prezioso! ti seguo perchè voglio tornare con calma a leggere tutto!!!! complimenti davvero!

  3. Grazie mille per l’iscrizione al blog che ho appena creato, mi fa molto piacere.
    Vedo molte cose interessanti nel tuo e le leggerò con calma, meritano sicuramente più attenzione e sarò onorata se vorrai dedicare ancora attenzioni a quanto scriverò in futuro, critiche ben accette ovviamente.
    Milena

  4. Complimenti anche a te e grazie! :*

  5. …e si che qui ne ho da leggere e studiare ;-)!! sai quant’è che volevo passare? Poi, come sempre il tempo è tiranno e si insegue non si neanche cosa.
    L’approccio mi piace, la materia la conosco da farmacista, e di certo non mi farai mancare lo stimolo per provare.

  6. grazie per seguire cucina italiana di casa

  7. Una bella sorpresa scoprire che segui il mio blog appena aperto…tu hai tutt’altro spessore e preparazione …(in effetti mi sento un pó intimorita 😉 )…io ho approcciato alla cucina in modo diverso, ma forse, come hai visto, anche io per motivi “terapeutici” legati a necessità di salute . condivido il tuo approccio no grammature, mi piace il concetto di “idea e materia prima su cui lavorare”, ma sono digiuna di cucina legata a gruppo sanguigno. Peró sono curiosa e tu scrivi im modo molto piacevole. Intendo apprendere 😉
    aspetto da te consigli e soprattutto “critiche” a quanto scrivo quando ti va di leggerlo.
    Claudia

  8. ti faccio i miei complimenti 🙂

  9. Buongiorno, mi chiamo Rita Cavalca e sono la blogger , insiema a Floriana Guida di www. Straordinarioquotidiano .it, abbiamo visto che ci ha letto e così abbiamo scoperto “La cucina di Lux” che è interessantissimo!
    Noi crediamo molto nella sperimentazione e soprattutto io che mi cimento nel coaching alimentare, devo ogni giorno combattere contro false credenze e veri e propri “interessi di bottega” di lobby alimentari e o farmaceutiche che seminano zizzania e la vendono come frumento….

    • Ciao Rita, ciao Floriana. Grazie per essere passate dalle mie parti 🙂
      concordo con la semina della malaerba, dura poi da estirpare ma non impossibile da fare!! Pazienza e lavoro professonale alla fine pagano vedrai. Incontriamoci vicendevolmente allora! ciao LUX

  10. “Solo uno sprovveduto potrebbe pensare che un cuoco curioso e sperimentatore, sognatore e competente, possa rivelare tutto, ma proprio tutto, nelle proprie pubblicazioni. Qualcosa è giusto e comprensibile che sia omesso.”
    ciao Lux grazie di essere passato da me e di avermi permesso così di conoscerti, leggerò con interesse i tuoi post e se avrò domande chiederò.
    Grazie anche di avermi e permesso di capire un po’ di più il mondo dell’arte culinaria 🙂

  11. yogurt di soja vero? 🙂 buongiorno Astrid!

  12. Ciao sono felice di aver scoperto il tuo blog. Grazie di avermi incominciato a seguire =) Io sono GS 0 negativo ma non so minimamente cosa comporta. Anzi sono molto curiosa. Non sono vegana ma a piccoli passi mi sto avvicinando al vegetariano. A presto, ho molto da imparare e penso che i suoi consigli facciano al caso mio!

  13. Yanna ha detto:

    Buongiorno,
    oggi ho “scoperto” il blog e mi ha molto colpito, tant’è che sono già a scriverle…
    Da circa 3 anni conosco e cerco di praticare la filosofia dei GS del dr Mozzi…anche se con difficoltà, sia per la mancanza di tempo, sia perchè non sono una cuoca fantasiosa – e così i risultati tardano ad arrivare 😦 Nonostante questo cerco di non mollare e di alimentare me e la mia famiglia seguendo le sue indicazioni perchè continuo a pensare che è la strada giusta!(fortunatamente siamo tutti dello stesso gs: A+!). Ho tanti dubbi in modo particolare gradirei chiarimenti sull’alimentazione infantile…
    Come posso fare??
    Grazie 1000
    Y.

  14. Raffy ha detto:

    Buongiorno !!!
    …posso chiedere alcuni consigli ? … preferirei in forma privata ma non so come funziona??!!
    grazieee Raffy

  15. Carissimo, seguo con interesse il suo bellissimo blog e le relative testimonianze.
    É da tempo che mi sono ripromessa di scriverle… se non l´ho ancora fatto probabilmente é perché ho dei malsani attaccamenti emotivi ad alcuni cibi (non toglietemi i ceci!!) che temo possano essermi sconsigliati (gruppo B).
    Mi sono avvicinata ad un´alimentazione vegana, amo informarmi e sperimentare in materia di alimentazione, ma credo di non avere ancora trovato un buon equilibrio. Trovo allarmante il qualunquismo che si ravvisa generalmente sull´argomento, quando mi pare cosí chiaro che ció che introduciamo nel nostro organismo ne determina (non totalmente, ma credo proprio in una larga misura!!) le caratteristiche ed il funzionamento. Trovo non meno allarmante il salutismo modaiolo, che di fatto conduce all´acquisto di prodotti confezionati nei negozi bioladri, sui cui pregi mi permetto di dubitare, sia per quanto riguarda la qualitá oggettiva, sia per quanto concerne il rapporto con il cibo, che rimane distaccato (é mai possibile delegare la ricerca di un prodotto sano a qualche azienda che ti fa pagare il suddetto prodotto cifre assurde con la falsa promessa delle sue doti miracolose?). Preferisco l´approccio ´Mangia come mangiava tuo nonno´, magari consapevolizzandolo un po´! 🙂
    Sarei onorata se potesse contattarmi in privato e se fosse cosí gentile da offrirmi qualche breve delucidazione e/o ´indirizzarmi´ verso un approfondimento ´pratico´ in materia.

  16. Anonimo ha detto:

    Bellissimo blog complimenti Lux!!!

  17. Anonimo ha detto:

    Complimenti Lux mi sembra un blog ben fatto!! E’ un piacere vedere persone che mettono a disposizione di altri le loro passioni e le loro conoscenze!

  18. Ciao Evi, mi fa piacere sapere che sei una mia fans 😳 vedrai che con Lux sei capitata in buone mani fidati 😉 Ti aspetto nel blog fammi un cenno 🙂

  19. Complimenti vivissimi Lux!
    Ho conosciuto il tuo blog curiosando con molto interesse in quello di Chicca ( lei non lo sa, ma io sono una sua fans 🙂 ).
    Come potrei contattarti per un problema legato all’infiammazione intestinale?
    Grazie mille!
    Evi

  20. Anonimo ha detto:

    fantastico!!!!
    con gioia

    wilma

  21. Laura ha detto:

    Ciao Lux ci siamo visti oggi dalla katia e abbiamo parlato di glutine ricordi?complimeti per il tuo blog mi sono iscritta e seguirò i tuoi consigli 🙂

  22. Buonasera,
    posso incontrare il Suo/Tuo (?) blog grazie a Chicca che parla di favolose frittatine.
    Sono felice di questo incontro, ho letto con molto piacere ed interesse la presentazione ed altrettanto interesse metterò nel seguire il blog.
    Complimenti e grazie di mettere a disposizione i “segreti” dei “vecchi”.
    Barbara

  23. Felicia ha detto:

    Condivido completamente…… vegana, cuoca, mi alimento bene per star bene…… le malattie si possono prevenire, le patologie croniche e incurabili diventano sopportabile con la giusta alimentazione. E’ importante trasmettere, il mio impegno nel mio blog è proprio questo. Dimostrare che anche con pochi e corretti alimenti si può mangiare con gusto!!!

  24. Grandioso, non ti conosco ma da quello che ho letto sei una persona davvero in gamba, io che sono una cuoca da strapazzo per puro diletto leggere questa tua presentazione mi ha fatto capire tante cose :-)Quello che tu proponi è davvero fantastico, bellissima la definizione “omeopatia culinaria”!
    Non so se hai visto i post sui miei piccoli corsi, ho voluto puntare molto sul lato salute, è bello vedere che un cuoco di profesione abbia saputo evolversi in questo modo…da quello che ho intuito il percorso è stato duro, ma anch’io sono convinta che le difficoltà e la durezza delle situazioni ti faccia crescere nel modo giusto…
    Mi stò dilungando troppo, mi interesserebbe davvero tanto capire bene come ti muovi e magari vedere anche il listino di cui accenni sopra!
    Non sò il tuo vero nome quindi per ora ti ringrazio Supervig 🙂 Verrò spesso a prendere spunto dalle tue non grammature…ci sentiamo 🙂

    • Grazie Chicca, troppo generosa. Il percorso è difficile per tutte le persone che si scontrano contro i dettami imposti dalla “morale consumistica”. Tu compresa. L’importante è avere sempre presente che noi siamo responsabili di quello che proponiamo ai nostri, anche virtuali, commensali, mettendo la salute tra gli ingredienti primari di una ricetta. Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...